Image

“IMPRONTE NEL PARCO”

Gli ingredienti del progetto “Impronte nel parco”, che da maggio a settembre 2018 ha coinvolto un gruppo di studenti dell’Università della Terza Età e del Tempo Disponibile del Primiero, sono stati amalgamati con successo dai ricercatori del gruppo ehealth di FBK e dagli esperti del Parco Paneveggio – Pale di San Martino.

L’obiettivo di questo studio era quello di creare dei percorsi di geocaching (una sorta di caccia al tesoro basata sul movimento all’aria aperta e sull’utilizzo di tecnologie ICT) all’interno del parco di villa Welsperg, mettendo in relazione gli anziani, in un’ottica di promozione di sani stili di vita e invecchiamento attivo, attraverso il gioco (gamification) e l’utilizzo delle tecnologie digitali.

Per aggiudicarsi la vittoria, durante le uscite i componenti delle due squadre – le “Marmotte” e gli “Scoiattoli” – hanno dovuto utilizzare uno smartphone su cui era installata una App di geolocalizzazione per nascondere o trovare oggetti reali o virtuali, trovare le cache (i tesori/tappe) disseminate sul tracciato di gara e risolvere degli indovinelli sulla natura e la storia del territorio. I punti gara raccolti ad ogni risposa positiva alle domande si sono sommati ai passi percorsi sia durante le due cacce al tesoro, che durante le attività quotidiane degli anziani, e conteggiati grazie ai braccialetti forniti ad ogni partecipante e monitorati attraverso l’App “TreC Passi” (sviluppata dai ricercatori FBK).




“IMPRONTE NEL PARCO”

Invecchiamento attivo, gioco, promozione della salute e del turismo del benessere.
Concluso il primo studio pilota con un gruppo di anziani nel Parco di Paneveggio - Pale di San Martino, in Trentino

Il progetto è stato pensato anche come un percorso di prevenzione ed educazione sanitaria. A villa Welsperg infatti i partecipanti hanno potuto ascoltare i preziosi consigli su una corretta alimentazione e sull’importanza di mantenere uno stile di vita sano. A raccomandarli è stato il dottor Pirous Fateh Moghadam del Dipartimento salute e solidarietà sociale della Provincia di Trento che ha detto: “La salute non è semplicemente un’assenza di malattia. È definita invece come un benessere fisico, mentale – perché sia il corpo che la mente devono essere in salute – e anche un benessere sociale”. “Questo progetto di geocaching può essere molto utile anche per le famiglie con bambini, perché con lo stimolo del gioco, i più piccoli scoprono luoghi di interesse rispondendo agli indovinelli e fanno movimento divertendosi”.

I percorsi creati dai responsabili del parco e testati dagli anziani potranno ora essere utilizzati dai futuri turisti in visita al parco.

“Impronte nel parco” nasce dall’esperienza maturata dal 2017 all’interno del progetto “ Impronte ”, che fa parte di una serie di iniziative volte alla promozione della salute e di stili di vita sani promosse dal centro di competenza sulla sanit&agreve; digitale “TrentinoSalute4.0”, di cui fanno parte l’Assessorato alla salute e solidarietà sociale della Provincia di Trento, l’Azienda provinciale per i servizi sanitari e la Fondazione Bruno Kessler.

 Image

Il progetto europeo DIGITAL LIFE 4 CE presentato a Budapest

Mercoledì 19 settembre 2018, al prestigioso "Duna Palota" (noto anche come "Palazzo del Danubio"), nel centro di Budapest, durante l'evento organizzato da ESIF (The European Structural and Investment Funds), in collaborazione con il Ministero ungherese "of Human Capacities" e il "National Healthcare Service Centre", il nostro ricercatore Oscar Mayora e la nostra project manager Sara Testa presenteranno il progetto europeo "Digital Life for CE" che ha come obiettivo incentivare innovazioni nei sistemi sanitari integrati. L'impatto atteso, al termine dei due anni, è di creare un’area di eccellenza del campo dei sistemi sanitari integrati dove meccanismi di cooperazione, orientati al raggiungimento di soluzioni flessibili, possano essere attivati rapidamente e trasferiti agli attori strategici. L'evento di Budapest sarà anche occasione per presentare TrentinoSalute4.0 ai revisori europei.

Maggiori informazioni sul progetto le trovate a questo link: https://www.interreg-central.eu/Content…/digitalLIFE4CE.html

L'Adige: Sanità digitale: 1,5milioni europei

LA FELICITÀ HA IL SAPORE DELLA SALUTE: INTERVISTA A LUIGI FONTANA

"Alimentarsi bene significa dire al nostro corpo quanto e come vogliamo vivere"

Così afferma Luigi Fontana, autore di “La Felicità ha il sapore della salute” e ospitato lo scorso maggio 2018 alla Fondazione Bruno Kessler di Trento per un seminario sulla “Nutrizione e stili di vita nella prevenzione delle patologie croniche“, nell’ambito del progetto “Key to health“.

Read More

 Image

L'era della digiteutica è iniziata. L'App TreC_Diabete per la gestione dei pazienti cronici è su "Nòva Tech" del "Il Sole 24 Ore"!

Leggete l'articolo, a firma della giornalista Francesca Cerati, "L’app per il diabete è su prescrizione medica" (19 luglio 2018) a questo link:
Read More

L'articolo completo "Le app diventano medicine e le producono le startup" che racconta delle terapie digitali è qui:
Read More

 Image

PREMIATI I VINCITORI DEL PROGETTO GEOCACHING "RIVA ARALDICA"

Il progetto “Riva Araldica” ha previsto lo svolgimento di un’attività di Geocaching con l’obiettivo di incoraggiare, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, lo svolgimento di attività fisica all’aria aperta e l’apprendimento di nozioni storiche, geografiche, letterarie, matematiche ecc, promuovendo al contempo la collaborazione ed il lavoro di gruppo.

Read More
 Image

Chiusi i lavori del workshop sull’intelligenza artificiale nella cura della cronicità

Sono stati un centinaio i partecipanti alle due giornate dedicate all’“Artificial intelligence and chronic disease management” aperte questa mattina dalla relazione di Ettore Turra, del servizio informativo dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento

Read More

Progetto "IMPRONTE con la scuola" - giornata di conclusione

Geocaching e movimento all’aria aperta con utilizzo di tecnologie ICT per la promozione benessere fisico, mentale e sociale degli anziani.

Per la seconda edizione del progetto "Impronte" è stata coinvolta la scuola secondaria di primo grado "G. Bresadola" di Trento, in collaborazione con la cooperativa sociale Kaleidoscopio, che aderisce alla proposta in quanto coerente con una mission volta a incoraggiare l’invecchiamento attivo e più in generale l’adozione di comportamenti che inneschino meccanismi socialmente virtuosi. Lo studio pilota “Impronte con la scuola” è il proseguimento di un primo studio effettuato nel 2017, il progetto “Impronte”, che mirava a promuovere l’invecchiamento attivo attraverso un’attività basata sul movimento all’aria aperta con l’utilizzo di tecnologie ICT e il gioco, nello specifico la caccia al tesoro “tecnologica” (geocaching), non tralasciando aspetti storici, culturali, sociali, narrativi. I buoni risultati della prima sperimentazione hanno portato all’idea di proporre un secondo studio pilota coinvolgendo un istituto scolastico trentino. Obiettivi principali sono l’attività fisica e l’incontro tra generazioni, favorendo la reciproca conoscenza e in particolare lo scambio di conoscenze e il confronto di abilità tra persone anziane e gli alunni, utenti digitali quotidiani. Anche in questo caso, l’attività è stata supportata da tecnologie di monitoraggio dell’attività fisica (braccialetto contapassi e smartphone) e ha applicato concetti di gamification alla promozione di uno stile di vita più attivo per tutti i partecipanti, che, attraverso il gioco, si sentono maggiormente coinvolti nelle attività previste dal progetto.

Obiettivi specifici:

  • Favorire l’attività fisica (motoria nell’anziano e nel ragazzo)
  • Facilitare la socialità e la cittadinanza attiva (tra pari e tra generazioni diverse)
  • Favorire il corretto uso delle tecnologie (tra pari e tra generazioni diverse)
  • Facilitare l’esercizio mentale
  • Favorire la narrazione e la condivisione
  • Favorire gli apprendimenti (storici, geografici, letterari, usi e costumi, ecc.)
  • Favorire lo #scambio_intergenerazionale di conoscenze e abilità

 Image

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE NELLA CURA DELLE CRONICITÀ

l Programma Mattone Internazionale Salute – ProMIS organizza il 18 e 19 giugno 2018 un workshop a Trento dal titolo “L’intelligenza artificiale nella cura delle cronicità (Artificial Intelligence and Chronic disease management)”. L’evento sarà un momento di confronto sull’uso dell’Intelligenza Artificiale nell’ambito della gestione delle malattie croniche attraverso la presentazione di strategie e politiche europee e nazionali.

Read More
 Image

STILI DI VITA E ALIMENTAZIONE: LE SFIDE DEL FUTURO

Il professor Luigi Fontana ha illustrato in FBK la strategia più efficace per mantenere un benessere fisico e mentale. Gli ingredienti sono tre: corretta alimentazione, attività fisica e training cognitivo.

Read More
 Image

ESERCIZIO FISICO, TRAINING COGNITIVO E NUTRIZIONE PER VIVERE IN SALUTE

Luigi Fontana, uno dei massimi esperti mondiali nel campo della nutrizione e della longevità, torna a Trento il prossimo venerdì 18 maggio 2018 per parlare dell'importanza della nutrizione, dell’esercizio fisico e del training cognitivo nella prevenzione delle più comuni malattie croniche e nel rallentare i processi d’invecchiamento. L'intervento di Fontana, che prenderà avvio alle ore 14.30 presso la sede della Fondazione Bruno Kessler di Povo (Trento), rientra nell'ambito del progetto "Key to Health", che coinvolge l’area ad alto impatto "Health and Wellbeing" della FBK, l’Assessorato alla Salute e alle Politiche Sociali della Provincia autonoma di Trento (PAT), l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari (APSS) e l’Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro (INAIL).

Luigi Fontana attualmente è professore ordinario presso l’Università di Brescia e la Washington University, di St.Louis, dove svolge attività di ricerca e insegnamento nel campo della medicina preventiva e delle scienze della nutrizione. Tra le sue più recenti pubblicazioni ricordiamo “La Felicità ha il sapore della salute” (con Vittorio Fusari), pubblicato nel 2018 con Slow Food Editore, e “La grande via” (con Franco Berrino) pubblicato nel 2017 con Mondadori.

L’evento è libero e gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili, ma non sarà possibile parcheggiare presso FBK.

Diretta streaming

Video intervista

Video intervista 2017 e notizia intervento 2017
 Image

TreC_FSE

ARRIVA L’APP CHE FACILITA L’ACCESSO ALLA CARTELLA CLINICA DEL CITTADINO

Si chiama TreC_FSE ed è una nuova App (sia per iOS e Android), sviluppata dal laboratorio congiunto APSS/FBK di TrentinoSalute4.0 in accordo con il Dipartimento Salute e il Servizio Supporto alla Direzione generale e ICT.

Read More
Standard Post with Image

WORKSHOP ANTI-SUPERBUGS

Scenari, sfide e prospettive & Open Market Consultation.

Il contrasto dei microorganismi resistenti agli antimicrobici – Antmicrobial Resistant Organisms o superbugs – costituisce una priorità assoluta per la sanità pubblica e i sistemi sanitari in Italia e in Europa. Gli interventi attuabili per la prevenzione e il controllo delle infezioni da superbugs potrebbero essere resi più efficaci e efficienti mediante soluzioni di Information and Communication technologies (ICT) innovative applicabili nel contesto delle strutture sanitarie atte a consentire di identificare precocemente e garantire una sorveglianza continua sulla presenza di microorganismi resistenti, mediante la produzione di informazioni e feedback utili a supportare decisioni e azioni appropriate da parte dei professionisti sanitari.

Read More

CREEP: Cyberbullying Effects Prevention

Prevenire il cyberbullismo con l'intelligenza artificiale: al via in Trentino il progetto europeo CREEP

HOME PAGE

COMUNICATO STAMPA

BIG DATA IN SANITÀ

Read More
Standard Post with Image

BIG DATA IN SANITÀ
Cosa sono. Cosa non sono. A cosa servono.

Da chi vengono alimentati? Come possono essere utilizzati in ambito sanitario? Quali applicazioni sono già attive in Trentino, in Italia e all'estero? Le analisi in tempo reale e predittive possono realmente salvare vite umane? Quali gli aspetti legali, i punti di forza, le criticità, le prospettive future? Il prossimo venerdì 27 ottobre alla FBK di Povo, dalle ore 14.30, un convegno indirizzato al mondo sanitario trentino, organizzato da TrentinoSalute4.0.

Read More
TREC La Cartella Clinica del cittadino ha raggiunto gli 80mila utenti

MANGIARE SANO E POCO FA VIVERE A LUNGO

Lo conferma Luigi Fontana, uno dei massimi esperti mondiali nel campo della nutrizione e della longevità, ospite in FBK lo scorso Maggio.

GUARDA L'INTERVISTA

Image

Una caccia al tesoro con braccialetti contapassi e una app di geolocalizzazione per nascondere o trovare oggetti reali o virtuali

A condurre il gioco una dozzina di anziani del Centro “Contrada Larga”. Una piccola rivoluzione, portata avanti attraverso il progetto “Impronte“, promosso dalla Fondazione Bruno Kessler e dalla Provincia per promuovere stili di vita sani nella popolazione anziana.

Video del progetto

Read More

LA SALUTE DISUGUALE.

LA FBK AL FESTIVAL DELL’ECONOMIA 2017

Paolo Traverso, direttore del Centro ICT della Fondazione Bruno Kessler, introduce il tema della tavola rotonda "Sanità e nuove tecnologie"

Key to Health

Un progetto pilota alla Fondazione Bruno Kessler di Trento promuove uno stile di vita sano

È un progetto innovativo che mira a promuovere stili di vita sani sui luoghi di lavoro e a prevenire l’insorgere di malattie croniche (in particolare malattie cardiovascolari e del diabete mellito di tipo 2), agendo in particolare sull’alimentazione e l’attività fisica.

Read More
Standard Post with Image

TreC – Cartella Clinica del Cittadino

TreC (o 3C) è l’acronimo di Cartella Clinica del Cittadino, un progetto di ricerca e innovazione della Provincia Autonoma di Trento nell’ambito del Servizio Sanitario Provinciale.

Read More